MUSICA
TEATRO
Copyright © 2013 MAT All Rights Reserved -
Designed by www.sbb-imagine.com

 

LA VOCE INTUITIVA

Un nuovo modo di percepire, esprimere, co-creare


Condotto da ANNA BACCHIA



QUANDO: SABATO 13 APRILE E DOMENICA 14 APRILE
DOVE: SPAZIO MAT DI LUGANO PREGASSONA
ORARIO: DALLE 14 ALLE 18
RETTA: 150 CHF - 100 CHF PER ALLIEVI MAT


PRESENTAZIONE WORKSHOP

Anna Bacchia, Premio mondiale per la Pace 2017, da oltre 30 anni esplora le scienze umane e propone un cruciale passo evolutivo, in un piano di viaggio inesplorato: - oltre le Colonne d’Ercole oggi, si apre un inaudito creare che esprime eccellenza: il geniale creare, progettare e scoprire insito in noi, naturale, coinvolto dai nostri innumerevoli registri intuitivi inesplorati, - che ci fa ripensare i limiti,  - ci fa sentire, cogliere profondamente, e sciogliere le gomene verso nuove possibilità, - un comprendere nuovo ci fa udire con gli occhi, i nostri occhi sconosciuti. - L’arte del cambiamento trasforma il nostro ‘dar voce’, che rivela l’inatteso, lo straordinario, l’ineffabile - e risponde a domande che non stanno trovando parole per essere espresse - mentre sperimentiamo le nostre relazioni, i nostri dialoghi, il nostro co-creare come sinfonia.


LO SPETTACOLO


DOVE: SPAZIO MAT DI PREGASSONA
ORARIO: 20.30
BIGLIETTO: 20 CHF (15 CHF PER ALLIEVI MAT, GRATIS PER PARTECIPANTI AL SEMINARIO)

Il Workshop verrà introdotto dallo Spettacolo ‘COn-SCIENCE THEATRE - dar VOCE’, uno dei 5 progetti internazionali invitati nel 2018 a essere presentato a San Francisco, da LEONARDO/ISAST, ‘International Society for Art, Science and Technology’.  Mentre gli scienziati si sono scritti “l’intera visione del mondo appare oggi completamente diversa da come l’abbiamo pensata finora.. sono cambiati i fondamenti su cui poggiava la nostra concezione della realtà”, si apre oggi una nuova via ampia e profonda per vedere, conoscere, entrare in contatto con le cose, per comunicare, co-creare e comprendere in modo rivoluzionario, a partire dai nostri dialoghi.. da ogni nostro gesto creativo .. Non possiamo più non sapere. Lo scopriremo fra storie e conversazioni di scienziati, artisti e persone come noi, a cui Anna Bacchia dà voce, mentre porta in scena un linguaggio nuovo: che incredibilmente ci apre una sorprendente espansione del nostro cogliere, immaginare, capire, fra quello che la voce ‘dice’ e quello che ‘vuol dire’, fra quello che svela e rivela, fra udito e in-(a)udito.  I climi e le vicende che si creano sono intessute nelle improvvisazioni vocali e nel singolare canto di Enrica Bacchia.

 

ANNA BACCHIA

Ricercatrice, Scrittrice, Esteta, Docente, Personal Trainer. 

Ogni anno, il World Peace Forum analizza le dinamiche sociali, politiche e culturali di tutte le nazioni, e assegna un Worldwide Peace Prize a persone, gruppi o organizzazioni di tutto il mondo per azioni concrete rivolte alla Pace, con il patrocinio del Gran Duca di Lussemburgo e della Schengen Peace Foundation: il ‘Luxembourg Peace Prize’. Nel 2017 questo Premio è stato assegnato al Club di Budapest, al suo Fondatore Ervin Laszlo, e ai suoi Membri: ad Anna Bacchia quale Ricercatore e Membro Creativo. 

Come ‘Leader di pensiero olistico nella direzione della pace e dello sviluppo umano’, Anna Bacchia è stata invitata da una della maggiori Fondazioni mondiali per la Pace: la Goi Peace Foundation (Tokyo, Giappone) e dal Club of Budapest (Europa), ad avvallare e firmare la dichiarazione mondiale di Pace ‘The Fuji Declaration’, che dal 2015 viene presentata a governi di tutto il mondo. 

Per la sua Ricerca Cognitiva e i suoi Progetti Interculturali ÌNIN, INtuitive INtelligence, nel 2014 Anna Bacchia è stata nominata Membro Creativo del Club of Budapest, una delle più prestigiose Fondazioni internazionali per la cultura, la scienza e l’arte, “dedicata a sviluppare le massime risorse culturali dell’umanità. Formato da eminenti personalità di fama mondiale le cui realizzazioni superano il confine della loro vita professionale, e la cui impareggiabile responsabilità sociale è generalmente riconosciuta e acclamata”, il Club di Budapest annovera fra i suoi membri il XIV Dalai Lama, Mikhail Gorbachev, Muhammad Yunus, Gidon Kremer, Edgar Mitchell.