MUSICA
TEATRO
Copyright © 2013 MAT All Rights Reserved -
Designed by www.sbb-imagine.com

La violenza domestica
Workshop di combattimento scenico

Condotto da Simone Belli

 

Quando: Sabato 13 e Domenica 14 Aprile 2019
Dove: Spazio MAT - Pregassona
Orari: Dalle 10 alle 19 con un'ora di pausa

ATTENZIONE

Si possono iscrivere unicamente attori o allievi attori che hanno più di 16 anni.
I minorenni devono inviare alla direzione della scuola un'autorizzazione scritta da parte dei genitori.

RETTA SEMINARIO


100 CHF per allievi MAT

150 CHF per esterni


PRESENTAZIONE

VIOLENZA DOMESTICA E INTRODUZIONE ARMI NON CONVENZIONALI

Dai bellissimi scontri in: “Giuletta e Romeo”di Shakespeare  con meravigliose spade da lato, a sparatorie tipo “Gomorra” con Franz ne:“ i Masnadieri “di Schiller …  ma OGGI?

Oggi potremmo avere a disposizioni arsenali per colpire qualcuno, eppure quali sono i drammi che colpiscono più frequentemente?
Che sentite più spesso? Quelli scaturiti e consumati in casa!
Purtroppo realmente la violenza domestica è un tema doloroso nella nostra società e noi abbiamo l’opportunità di raccontarlo per estirpare: male, preconcetti, dolore ed esorcizzare quel dolore!
Pensate nel Cinema quando succede: tra amiche come in KILL BILL oppure scene all’ultimo sangue come in the Bourne Identity, combattono con una penna. Non importa quale sia il mezzo, il fine è far del male l’altra persona a qualsiasi costo …

Bene, i personaggi possono permetterselo, ma gli Attori/Attrici NO!

Impariamo a gestire il personaggio in quelle situazioni, nella VIOLENZA DOMESTICA, facendo forza sui principi base che regolano il combattimento scenico, primo fra tutti: LA SICUREZZA, prima di tutto! E comprendiamo come possiamo usare ARMI NON CONVENZIONALI sulla scena, (analizzeremo 4 tipologie) per poterle adoprare nel massimo controllo dell’Attore durante la massima LIBERTA’ del personaggio.

Un corso, percorso unico nel suo genere che vuole porre l’accento sul lavoro dell’attore in sicurezza, sostengono i principi sani di rispetto del gentil sesso, il rispetto per l’uguaglianza culturale, religiosa e razziale. Una lotta attraverso i pre-giudizi attraverso un linguaggio che sembra violento, ma che violento non è! Il combattimento scenico per sfogare i nostri istinti, senza ledere nessuno, ma offrendo al pubblico la possibilità di sentire, provare ed allontanarsi da i “trigger” che accendono questi comportamenti, un linguaggio con cui narrare una storia violenta, senza dover ricorrere a stratagemmi tecnici o escamotage registici.  Nessun DEUS EX MACHINA ci salverà, lo faremo Noi Stessi!

Simone Belli Referente Nazionale FISAC (ITA) Combattimento